Pubblicati da Referente

MEGLIO NON ESCLUDERE IL TERZO INCOMODO

Il principio del terzo escluso Il principio del terzo escluso, nella logica binaria classica, sostiene che: date due proposizioni contraddittorie A e ~A esse non possono essere né contemporaneamente vere né contemporaneamente false; una deve necessariamente essere vera e l’altra falsa e la verità dell’una implica automaticamente la falsità dell’altra. In questa sede non ci […]

URBINEIDE: UMANISTI IN EPOCA SCIENZIATA

È impossibile non commuoversi leggendo l’Urbineide di Umberto Brunetti, poema goliardico in terzine dantesche, che racconta alcuni squarci della vita urbinate di un gruppo di brillanti studenti di Lettere, ben consapevoli del triste futuro che li aspetta, cioè la disoccupazione, causato anche dalla laurea che hanno scelto, ma tenaci nel rivendicare l’importanza della poesia e […]

IL NUOVO MISTERIANESIMO

Il termine «new mysterians» venne usato per la prima volta da Owen Flanagan in The Science of the Mind[1], edito nel 1984, per indicare alcuni pensatori scettici rispetto alla possibilità che la coscienza possa essere spiegata attraverso la neuroscienza tradizionale. I “nuovi” misteriani si distinguerebbero dai “vecchi”, tra i quali Flanagan annovera Gottfried Leibniz, Samuel […]

,

Che fine hanno fatto le sostanze seconde?

Per Aristotele, il mondo naturale è ben organizzato in sostanze prime e sostanzeseconde, cioè in individui che cadono sotto i generi naturali. Così io sono un individuo del genere uomo, il mio cane Bob è un individuo del genere cane e così via. Dunque le sostanze seconde sono dei veri e propri universali, cioè concetti […]

LE OPINIONI NELL’EPOCA DELLA PRESUNTA POST-VERITA’

Che cosa significa “ragionare” nella nostra epoca, dominata dalla molteplicità delle fonti, dall’immensità delle banche dati disponibili, dall’enormità del numero di persone che studiano, dall’alfabetizzazione di massa, dal facile accesso all’informazione, dalla semplicità di produzione dei contenuti? Per prima cosa occorre fare estrema attenzione alle nostre emozioni. Un conto è il “desiderio di sapere come […]

UN BACO EPISTEMOLOGICO NELLA VALUTAZIONE DELLA QUALITA’ DELLA RICERCA (VQR)

Non sono fra i denigratori della valutazione della ricerca, anche quantitativa. Credo sia necessaria, anche se difficile. Circolano obbiezioni non convincenti contro la valutazione: “Archimede Pitagorico” non sarebbe stato valutato bene, perché non pubblicava nulla, ad esempio. Ma ci si dimentica che la VQR non valuta i singoli, bensì le strutture. E se una struttura […]

TEMPO MARZIANO: ARTE E SCIENZA, PATHOS E LOGOS

I mantelli non generano mantellini, se è vero che “delle cose che esistono, le une sono da natura, le altre da altre cause” (Aristot. Phys. II.1 192b8). Tra i due generi di cose il movimento e la riproduzione sono indizi che permettono di distinguere un animale da un mantello, diceva Aristotele: il primo esiste da […]

L’EPISTEMOLOGIA E L’OROLOGIO ROTTO DI GIORGINO

Giorgino, detto “GINO” è in ritardo all’appuntamento con Tina. Sono le 11. Guarda il suo orologio da taschino – Gino è all’antica – e vede che le lancette segnano le 11. Giorgino non sa che il suo orologio si era fermato la sera prima alle 23, per cui casualmente riceve un’informazione vera e arriva in […]

MISURARE UN TAVOLO

Proviamo a costruire una macchina capace di lanciare palloni di basket con assoluta precisione dalla posizione dei tiri liberi esattamente di fronte al canestro a una distanza di 4,6 metri. Se piazziamo la macchina proprio in quel punto essa lancia i palloni sempre nel canestro. Tuttavia, se la spostiamo in un altro punto del campo, […]