Pubblicati da Referente

LA RESPONSABILITA’ MEDIATICA DEGLI SCIENZIATI

Viviamo in una società complessa, e in una realtà ancor più complessa. C’è sempre più bisogno di scienza, ma paradossalmente crescono anche la sfiducia nella scienza, l’ignoranza e l’illusione di poter decidere anche ignorando. In parte questo deriva da un fatto ineluttabile, la fallibilità anche degli esperti: gli scienziati possono errare, e possono esser in […]

PER UN PENSIERO ENZIMATICO

Jean Piaget già negli anni ’50-’60 diceva che gli eventi culturali più innovativi e significativi avvengono au carrefour des savoirs, all’incrocio di esperienze diverse che grazie ai rispettivi bagagli combinati fra di loro fanno emergere nuovi orizzonti teorici e non solo. Così un incontro a  volte fortuito avvicina persone e progetti impegnati in campi culturali […]

UN ALTRO MONDO E’ POSSIBILE

C’erano una volta tanti anni fa, in un paese lontano lontano, due fratelli, di nome M. e L., che avevano da poco ereditato dai genitori la bella villa sul mare in cui vivevano e una ben avviata aziendina familiare. Perciò i due non se la passavano affatto male, anche se l’azienda aveva risentito della recente […]

MEGLIO NON ESCLUDERE IL TERZO INCOMODO

Il principio del terzo escluso Il principio del terzo escluso, nella logica binaria classica, sostiene che: date due proposizioni contraddittorie A e ~A esse non possono essere né contemporaneamente vere né contemporaneamente false; una deve necessariamente essere vera e l’altra falsa e la verità dell’una implica automaticamente la falsità dell’altra. In questa sede non ci […]

URBINEIDE: UMANISTI IN EPOCA SCIENZIATA

È impossibile non commuoversi leggendo l’Urbineide di Umberto Brunetti, poema goliardico in terzine dantesche, che racconta alcuni squarci della vita urbinate di un gruppo di brillanti studenti di Lettere, ben consapevoli del triste futuro che li aspetta, cioè la disoccupazione, causato anche dalla laurea che hanno scelto, ma tenaci nel rivendicare l’importanza della poesia e […]

IL NUOVO MISTERIANESIMO

Il termine «new mysterians» venne usato per la prima volta da Owen Flanagan in The Science of the Mind[1], edito nel 1984, per indicare alcuni pensatori scettici rispetto alla possibilità che la coscienza possa essere spiegata attraverso la neuroscienza tradizionale. I “nuovi” misteriani si distinguerebbero dai “vecchi”, tra i quali Flanagan annovera Gottfried Leibniz, Samuel […]

,

Che fine hanno fatto le sostanze seconde?

Per Aristotele, il mondo naturale è ben organizzato in sostanze prime e sostanzeseconde, cioè in individui che cadono sotto i generi naturali. Così io sono un individuo del genere uomo, il mio cane Bob è un individuo del genere cane e così via. Dunque le sostanze seconde sono dei veri e propri universali, cioè concetti […]